Le primarie dell’ulivo

E dai che ti ridò, sembra che queste benedette primarie si facciano. A sfidare Romanone pare che ci saranno Pecoraro Scanio, Di Pietro e Bertinotti. I Diesse sono stati presi dal panico. Bertinotti, notoriamente comunista, potrebbe dare l’impressione che quella di centro sinistra sia un’alleanza più di sinistra che di centro. Subito Fassino si è attivato per cercare un candidato neutro, che non pronunci parole come lotta, classe, operaio o sciopero. Fonti autorevoli asseriscono che dopo aver vagliato nomi illustri ed eccellenti, la scelta sia caduta su Topo Gigio. Il topo, contattato dalla segreteria DS, si è detto disposto a partecipare alle primarie, a patto che in caso di vittoria Rutelli venga cacciato dalla Margherita e al suo posto venga messo il mago Zurlì, “tanto nessuno si accorgerà della differenza”, sembra che abbia dichiarato Topo Gigio ai suoi più stretti collaboratori. La scelta di Topo Gigio è stata salutata con soddisfazione da tutto il centro sinistra, in quanto candidato equilibrato e soprattuto simpatico ai bambini, dato che lui i bimbetti si limita a farli ridere e non li mangia….

Le primarie dell’ulivo

Rispondi