Il cuoco coscenzioso (coscienzioso)

Eccone un’altra, dopo i bimbi scemi che scelgono la baby sitter che gli da la carne in scatola, arriva il supercuoco della B. Solita scena, famigliola felice, la moglie che parla “mio marito è un cuoco della B, e mi ha detto che quando cucina pensa a noi, e sceglie gli ingredienti migliori” stacco sul marito al lavoro, noi poveri scemi ci saremmo immaginati una cucina industriale con mega contenitori per la salsa e tutto il necessario per la produzione, e invece no. Si vede il marito vestito da cuoco con il classico cappellone che cuoce il sugo in un padellino, un padellino così piccino che la salsa prodotta un basterebbe nemmeno per un chilo di pasta. Alla fine uno si aspetta quasi di veder comparira il sommelier che c’è sempre su canale 5 per consigliarci il vino giusto da abbinare. Non solo, l’ingredienti li sceglie lui, una ricottina, il basilichino, magari la mattina prima d’andare a lavorare passa anche dal mercato a fare la spesa “scusi bon omo mi da una bustina che devo prende una quintalata di pomodori”.

Ma per favore……

Il cuoco coscenzioso (coscienzioso)

Rispondi