Se mi bocci ci godo

Eh si è proprio vero, i tempi cambiano, non ci sono più le mezze stagioni, una rondine non fa primavera.. ehm credo di avere un po divagato, cosa volevo dire? Ah si, stavo parlando del tempo, il tempo che passa, che scorre inesorabile e seppellisce i nostri ricordi sotto montagne di secondi, minuti, ore, giorni, anni (devo smette di bere la grappa di pomeriggio). Però ogni tanto i ricordi riaffiorano, risvegliati da quello che ci succede intorno e leggendo questo articolo mi sono tornati alla mente i tempi della scuola, quando ancora c’erano i voti in sessantesimi e se andavi male ti rimandavano a settembre, e quando venivi bocciato o rimandato i genitori si incazzavano come delle iene. Anche se occorre precisare che le categorie erano due: quelli che si incazzavano con te, e quelli che si incazzavano coi professori. Ma questi oramai sono tempi andati, adesso i genitori si incazzano se non ti bocciano, eh si, è proprio così. In fin dei conti mi sembra che non abbiano nemmeno tutti i torti, visto che non sono padroni di far cambiare scuola alla loro figliola. Grazie al nuovo ingegnoso meccanismo dei debiti formativi, non possono iscriverla al secondo anno di un’altro liceo perché non adeguatamente preparata, ma non possono nemmeno iscriverla al primo perché non è stata bocciata!?!!? Ma chi l’ha pensato questo meccanismo, Topo Gigio? Ora indipendentemente dalle motivazioni che possono aver spinto la ragazza a voler cambiare istituto, non vedo perché se può iscriversi al secondo anno in quel liceo non possa farlo anche in un altro mantenendo i debiti formativi. Però effettivamente pensandoci bene questa sarebbe la cosa più sensata da fare, forse è per questo che non viene permessa….. Roba da chiodi

Se mi bocci ci godo

Rispondi