Tradimento

Seduto in macchina continuava a pensare al colpo di fortuna che aveva avuto, non poteva credere che fosse successo proprio a lui, era andato li solo per fare la spesa e adesso stava tornando a casa insieme a lei.
Pregustava gia il momento in cui sarebbero rimasti soli, eccitato dall’idea di passare tutta la notte insieme.
Allungò la mano per accarezzarla, ma il ricordo arrivò doloroso come una coltellata.

Aveva promesso a sua moglie che non ci sarebbe mai più ricaduto, e aveva resistito per ben quattro lunghissimi anni, anni difficili, circondato dalle tentazioni, pervaso da pensieri inconfessabili; ormai le vedeva ovunque pronte a concedersi a lui per regalargli nuovi brividi.

Lui amava sua moglie, glie l’aveva ripetuto mille volte, ma questo non c’entrava niente con l’amore, era una cosa puramente fisica, un brivido che lo faceva sentire vivo.
Questa volta sarebbe stato attento, sua moglie non li avrebbe scoperti. Distolse per un attimo gli occhi dalla strada per guardarla, ma nuovi ricordi riempirono la sua testa che tornò a quella maledetta sera di dicembre di quattro anni fà.

Era successo tutto così all’improvviso, anche se ripensandoci bene erano settimane che trascurava sua moglie, non parlavano più, non facevano più all’amore, approfittava di ogni momento libero per correre da lei. Ed era con lei quando sua moglie irruppe nella stanza, appena la vide capì che le sue scuse e le sue promesse non sarebbero servite a nulla.

Cercò di mettersi in piedi ma cadde nel tentativo di farlo, e mentre piombava sul pavimento vide il martello che pendeva dalla mano di sua moglier.
Un’ondata di puro terrore lo attenagliò in una morsa gelida, cercò di gridare ma era già troppo tardi.

Quando riuscì a rialzarsi lei non dava più segni di vita, sua moglie era seduta sul divano, con il martello ancora in mano e lo sguardo perso nel vuoto.
Avrebbe voluto prenderla a schiaffi, farle male, ma poi capì che quello era stato solo un atto di amore, l’atto di una donna disperata, e come lui le ripeteva sempre l’amava.
Cercò di calmarla, e fù allora che le fece la promessa che tutto quello non sarebbe mai più successo. Dopodiché andò verso di lei, la sollevò dal pavimento e si diresse in giardino, per fortuna erano le tre di notte e non c’era un’anima in giro.
La seppellì sotto il salice, insieme al martello.

La vita con sua moglie riprese normalmente, e nessuno dei due fece mai più parola di quello che era successo.
Adesso però c’era ricascato, ma questa volta sarebbe stato attento, non si sarebbe fatto scoprire, e poi cazzo! Quando gli sarebbe ricapitato di vincere una playstation nuova di zecca perché era stato il milionesimo cliente di un ipermercato…

Tradimento

Rispondi