Non ci resta che piangere

Dopo una giornata così anche il più ottimista degli ottimisti si butterebbe giù da un ponte. Oramai siamo davvero alla farsa, dopo le dimissioni di Siniscalco questo governo avrebbe dovuto riconoscere finalmente di essere arrivato all’ultimo dei capolinea.
E invece niente, si rispolvera tremonti, un ministro per tutte le occasioni, e si continua come se niente fosse mai successo.
Questa gente ci sta portando tutti alla rovina con il sorriso sulle labbra, e prendendoci pure per il culo, raccontandoci di un mondo che non esiste se non nelle loro teste.

Non ci resta che piangere

Rispondi