Viva Cammillo

Finalmente un segnale distensivo dalla chiesa, dopo le intromissioni sul referendum per la fecondazione assistita, prima il Papa e poi Camillino affermano “Rispettiamo lo stato laico”. Dopo la dichiarazione il cardinale si è subito messo al lavoro per apportare delle modifiche alla finanziaria e per ritoccare il protocollo di sperimentazione sulla pillola abortiva.

Caute le reazioni dal centro sinistra, Rutelli si è detto disponibile ad offrirgli un posto come ministro, nel caso il centro sinistra vincesse le politiche…

Viva Cammillo

Rispondi