Wife Swap

L’invasione dei reality non conosce battute di arresto, ormai in televisione sembra che siano l’unica forma di intrattenimento in grado di catalizzare l’attenzione del pubblico. Negli USA, ma anche in Inghilterra, c’è un simpatico reality che si chiama Wife Swap (Scambio di moglie). Questa trasmissione “geniale” prevede che per un certo periodo di tempo la moglie vada via di casa, in un luogo segreto, senza tenere contatti con la famiglia e al suo posto arrivi un’altra donna.

Sorvoliamo sul fatto che una famiglia che si sottoponga ad un simile trattamento ha sicuramente qualche problema, ma come fa il marito a convincere la moglie ad andarsene di casa? “Sai cara lo faccio perché è un’esperienza che ci farà crescere, devo ritrovare me stesso. Ma non preoccuparti anche se mi mandassero Pamela Anderson ti sarò fedele, non ci darò di zifonella”, e la moglie felice se ne va nel luogo segreto contenta e beata.
 
In realtà il marito spera nel profondo del suo cuore che gli mandino un bel puttanone, vestito con l’uniforme da camerierina hard. Niente più pigiami sformati antistupro, niente più occhiaie e capelli dritti la mattina, niente più piatti congelati la sera, e soprattutto niente più malditestastaserasonostancaholemiecoseconquellochesuccedenel
mondosaisolopensarealsessoporco,
ma sesso, sesso, sesso.

Mi posso immaginare lo schock del povero Jeffrey D. Bedford quando al posto della mogliettina si è visto arrivare un partner gay. E infatti Jeffrey non l’ha presa affatto bene e ha citato in giudizio la Walt Disney, la ABC che produce il reality è sua, per un dieci milioni di dollari di danni.

Ecco cosa sostiene il caro Jeffrey

Una situazione a causa della quale l’uomo lamenta di aver di conseguenza contratto malattie fisiche e psichiche. E pertanto adesso Bedford chiede 5 milioni di dollari per lo stress mentale che gli è stato causato dalla malattia, dalle pubbliche umiliazioni e dal dispiacere, altri 5 milioni come risarcimento e 225.000 per le altre spese legali, incluse quelle relative alla rottura del contratto.

Repubblica.it » esteri » Un gay al posto della moglie in un reality Il marito chiede 10 milioni di risarcimento

aggiunge ancora Jeffrey

quando organizzava giornate di studio sulla Bibbia a casa sua, per conto della chiesa battista di Haileyville, la sua ‘moglie gay’ invitava un gruppo di omosessuali a seguire la lezione.

Repubblica.it » esteri » Un gay al posto della moglie in un reality Il marito chiede 10 milioni di risarcimento

Povero, povero Jeffrey, ve lo immaginate li con un gruppo di gay che disturbano mentre lui legge la bibbia, magari gli facevano anche domande sconce del tipo: “Scusa Jeffryno ma dove è scritto che prenderlo nel culo è peccato?”. Eh si ce n’è da impazzire.

Però a questo punto c’è da chiedersi, ma uno che accetta di partecipare ad una trasmissione del genere, deve essere risarcito o preso per il culo a vita?

Wife Swap

Rispondi