Alte Prestazioni la vendetta

Oramai in piscina stanno seriamente pensando di farmi un mezzo busto da esporre vicino all’entrata.

Hanno anche pensato di acquistare un libro dove scriverle tutte, dalla dimenticanza reiterata di costume, ciabatte e cuffie a casa al segamento del lucchetto. Ma come ogni grande campione non voglio certo adagiarmi sugli allori. E’ facile una volta che si pensa di avere raggiunto la vetta lasciarsi andare. Per questo sfodero sempre nuove prestazioni facendo rodere dall’invidia tutti gli altri nuotatori.

L’altro giorno mi sono recato (potevo mettere sono andato ma così fa più intellettuale) in piscina come al solito, mi sentivo bene, mi sentivo in forma, ma oltre a tutto questo c’era un non so che. Un’aura che mi circondava e mi dava quel tocco di fascino in più. Non so come spiegarlo, ma ci sono dei giorni in cui uno si sente che potrebbe conquistare il mondo, carico come una molla pronta solo a scattare. E questa sensazione doveva avvertirla anche chi mi circondava, visto che avevo su di me sguardi carichi di ammirazione.

Arrivo nello spogliatoio pronto all’azione, fletto leggermente le gambe faccio un po di stretching, per evitare strappi, e mi tolgo la giacca a vento. Faccio per appenderla all’attaccapanni quando mi accorgo che c’è qualcosa attaccato dietro al colletto. Sulle prime non capisco cos’è poi, utilizzando tutto il mio acume e la mia supervista, riconosco in quella massa informe un calzino blu. Un grosso punto interrogativo mi si stampa sopra la testona ?? Cosa ci fa un calzino attaccato al velcro del cappuccio della mia giacca a vento???

A quel punto la maggior parte delle persone avrebbe perso la calma facendosi prendere dal panico, ma io no! Facendo ricorso a tutti i miei superpoteri, fra cui la temutissima peta d’acqua di nanto che uso per tramortire gli avversari, mi sono concentrato e ho ripercorso gli avvenimenti della mattina.

Mi sono alzato, vestito, fatto colazione, avanti veloce ecco mi sto preparando per uscire, prendo la mia giacca a vento, quella piccolina del mi figliolo, le butto sul divano prendo il mi figliolo stoooop. Torna indietro cosa c’è sul divano, vedo un capannello di panni lavati da riporre….

La mia mente superiore elabora le informazioni, ecco come sono andate le cose, il calzino era sul divano, posandoci il giacchetto si è attaccato al velcro. Questo vuol dire che ho portato il mi figliolo dalla donna che me lo bada, mi sono fatto 40 km in macchina, sono andato al lavoro, poi in pausa pranzo sono uscito per andare in piscina, il tutto con un calzino attaccato al colletto della giacca a vento.

Ora capisco la sensazione che provavo, non è da tutti girare con un calzino attaccatto al colletto della giacca a vento, ma quanto sono trendy !? Dovrei lanciare una nuova moda.

Ancora una volta in piscina si sono resi contro di avere a che fare con un essere superiore, e ancora una volta mi sono espresso ai massimi livelli. Sarà dura tenere questo ritmo…

Alte Prestazioni la vendetta

Rispondi