Mancanza di ossigeno

E’ da un po di tempo che riesco ad andare in piscina con una certa costanza, l’idea iniziale era quella di riuscire a dare fondo alle mie riserve naturali di grasso accumulate nelle lonze e in altre parti del corpo. Chiaramente questo obiettivo è miseramente fallito, ho scoperto però un’altro effetto collaterale molto interessante: la mancanza di ossigeno al cervello.

Di solito intorno alla ventesima vasca inizio ad avere delle visioni, mi sento in sintonia con il mondo, e la mia mente inizia a volare leggera. L’incantesimo si rompe quando i bagnini mi ripescano e iniziano le manovre di rianimazione.
L’altro giorno in uno dei miei deliri mistici ho sentito una voce e voglio condividere con il mondo quello che mi ha detto:

Voce: “Povero piccolo essere, mi fai quasi pena, non vedi quanto sei ridicolo, patetico, tu e tutti gli altri intorno in te. Siete solo cani alla catena, girate, girate, girate, fino a che il solco è così profondo che non riuscite più ad uscirne”

Io: “Non è vero forse un tempo era così..” glub (ricca sorsata di acqua purificata al cloro) “ma adesso è diverso, siamo liberi, possiamo scegliere, forse in altri paesi è così, ma non qui, non adesso”

Voce: “E’ bello vedere che in fondo ci sono ancora delle persone che ci credono, ti voglio spiegare una cosa: supponi di avere un cane, magari un cane un po irrequieto, per fargli capire che sei tu il padrone decidi di legarlo alla catena, questo però lo fa innervosire ancora di più.
Allora provi a renderlo docile negandogli il cibo, ma anche questo lo fa innevorsire di più. Tanto più accorci la catena e tanto più lui tira, si ribella, si danna l’anima e alla prima occasione puoi star certo che ti salterà alla gola.

Supponi adesso di cambiare strategia, invece di accorciare la catena inizi ad allungarla, sempre di più, sempre di più, fino a permettergli di raggiungere ogni angolo del recinto in cui si trova. Alla fine vedrai che il cane non proverà più a tirare, si dimenticherà addirittura di avere una catena, e anche se continuerà a muoversi per tutta la sua vita all’interno di un recinto con la catena al collo sarà un cane felice….”

“…..1001, 1002, 1003, 1004, libera, eccolo, sta riaprendo gli occhi, vai a dire al bigliettaio che se la prossima volta lo fa passare poi viene lui a fargli la respirazione bocca a bocca”

Mancanza di ossigeno

Rispondi