Forza Saia

Una volta tanto devo spezzare una lancia a favore di uno dei nostri politici. Ci voleva un senatore, uno saggio, per esprimere un opinione di tale forza.

Dopo avere vinto per tre anni di seguito il premio “mentalità aperta e idee innovative”, Saia ha radunato i suoi neuroni, li ha spremuti fino all’inverosimile, e alla fine ha prodotto la seguente affermazione:

Bindi è una lesbica e dunque non idonea a guidare il ministero della politiche per la famiglia (fonte corriere della sera).

E bravo Saia! ha proprio ragione, ma come fa una che non si è sposata, non ha famiglia, non ha figli a occuparsi della famiglia? Però, si insomma, non si sposa, non fa figli, non ha una famiglia, mmmm. Questo profilo mi ricorda qualcuno, accidenti, ma chi è che non si sposa, non fa figli, non ha una famiglia e nonostante tutto continua a triturarci i coglioni tutti i giorni, accidenti, ce l’ho sulla punta della lingua.

Ma certo, allora caro Saia scriviamo una letterina anche a lui dicendogli che non può parlare di famiglie, pacs e compagnia bella. Facciamo così, io la inizio e tu la finisci.

Mio caro Cammillo….

Forza Saia

Rispondi