Couple Surfing

A volte mi sento davvero vecchio, capisco quando a volte il mi povero babbo mi guardava perplesso e scoteva il capo. Adesso capisco come doveva sentirsi, inerme, impotente di fronte a delle cose che per me erano segno di ribellione, di indipendenza e per lui erano solo stupidate.

Leggendo i giornali mi capita sempre di più di vivere questa sensazione, questo disagio sottile che a volte mi fa sentire fuori dal mondo, l’ultima che mi ha provocato questo disagio riguarda proprio una nuova moda che si sta diffondendo fra gli internauti, e cioé il couple surfing (navigare in coppia).

Ora io sarò anche vecchio dentro e a volte incapace di capire il mondo che cambia, ma detto sinceramente questa mi sembra davvero una grande puttanata. Due persone, o meglio una coppia, lui e lei di fronte al loro computer con le cuffie che ascoltano musica e navigano, scambiandosi link e pensieri via chat o via mail.

Mi immagino la scena, anche se faccio un pò di fatica. Lui che naviga lei lo stesso, non si parlano, se non in chat, all’improvviso a lei arriva una mail: “scusa cara ma la fagiolata di ieri sera mi ricerca, se senti puzzo di bottino non t’è esploso l’aipod ma sono io che ho scurreggiato”. Mail di risposta di lei: “effettivamente mi stavo chiedendo se era deragliato un vagono carico di letame vicino a casa nostra. Saremo anche una coppia virtuale ma il tanfo è più che reale”.

Per non parlare della dichiarazione della cantante Amanda Palmer (ma chi cazzo è?) che ha commentato il suo appuntamento all’insegna del couple-surfing con entusiasmo:

“Dopo esserci accorti che comunicare scrivendo era molto più agevole…
il nostro appuntamento si è svolto senza parlare. Ci siamo scambiati
gli auricolari in continuazione e abbiamo scritto e ordinato della
birra e del vino e del cibo… La cameriera pensava che fossimo pazzi”.

Io lo leggo ma non ci credo, questi si sono dati appuntamento, si sono portati dietro il computer, quindi già c’è premeditazione, e poi li si sono accorti che scrivere gli veniva meglio che parlare. E la cameriera deve aver addirittura pensato che erano pazzi… Ma avrà pensato che siete due rincoglioniti cara Amanda o che a uno dei due gli puzza talmente il fiato che preferisce scrivere al computer piuttosto che aprire bocca e stendere quello che ha davanti.

Ma ci stiamo tutti rincoglionendo?  Non ci basta più vivere le vite degli altri attraverso reality di ogni sorta e trassmissioni di gossip, adesso dobbiamo anche metterci a virtualizzare del tutto le nostre, abbiamo così paura della vicinanza dell’altro da comunicarci via mail mentre ci troviamo nella stessa stanza?

E’ proprio vero, come dice il mio carissimo amico Nicola: “Non c’è più quel sano amore per la potta….”

Couple Surfing

Rispondi