Lavoro di M….

L’altro giorno, mentre me ne tornavo a casa, ho sentito alla radio la pubblicità di una pomata per le emorroidi. Lo spot consisteva in una tipa che parlava con un’amica:

“Sai mi fanno male i piedi, ieri con Franco (nome di fantasia) ho camminato tutta la sera, non potevo certo dirgli che non riuscivo a sedermi perché mi sono uscite le emorroidi”

O qualcosa del genere, e, stranezza dei processi mentali, mi è venuta in mente quella vecchia pubblicità delle gocce per la diarrea.
Quella del tipo che era in fila per i biglietti e gli prendevano gli strizzoni di pancia, al che si sentiva una soave voce in sottofondo:

“Problemi di diarrea?…..”

E poi non mi ricordo come continuava ma tutto ciò mi ha evocato una riflessione, o meglio un pensiero, mi sono immaginato i pubblicitari che hanno dovuto ideare uno spot avendo come soggetto, emorroidi e diarrea.
Magari sono gli stessi, si sono specializzati nel settore e tutto ciò che riguarda gli inconvenienti intestino/anali lo trattano loro.

Gia vedo il responsabile del progetto che arriva:

“ragazzi abbiamo ottenuto un contratto, dobbiamo girare uno spot sulla diarrea”

ora, si fa presto a fare i brillanti quando si parla di mp3 player, di pasta, di macchine, ma come si fa ad attirare l’attenzione del pubblico con la diarrea?

“Ehi tu dico a te, si proprio a te. Ne hai fatta un secchio? C’hai li strizzoni di pancia? Produci più merda te di una mucca allevata a prugne? Da oggi per te c’è diarrolix, due gocce la mattina e la cacca è solo un brutto ricordo.”

A volte mi sento quasi fortunato a fare il lavoro che faccio….

Lavoro di M….

Rispondi