La terza persona

E’ appena finita la partita di coppa, un milan strepitoso ha affondato il manchester, ed ecco che spunta Silvietto. Io sono innamorato di Silvietto, oramai si sarà capito, però non riesco a comprendere come mai continui a parlare di se stesso in terza persona.

Ho notato che fa lo stesso anche il mi figliolo, solo che lui ha due anni e mezzo e ha già iniziato ad utilizzare la parola “io” al posto del “il bimbo”. Se continua così prima dei tre anni abbondonerà l’utilizzo della terza persona. E allora perché, perché Silvietto continui a riferirti a te stesso come se tu stessi parlando di qualcun altro?

La terza persona

Rispondi