Sapersi mettere in evidenza

Quando uno cambia lavoro deve trovare il modo di mettersi in evidenza, di farsi apprezzare, di fare breccia e lasciare un segno indelebile nei nuovi colleghi e collaboratori.

E io non sono certo uno che si tira indietro, che non accetta la sfida, perciò anche questa volta ho pensato di mettere subito in chiaro la fortuna che hanno avuto ad assumere un pezzo da novanta, ma che dico novanta! Facciamo cifra tonda e diciamo cento. Così mi sono messo a pensare ad un modo per rendere evidente il mio fascino di pigiapippoli Toscano.

Si ma cosa fare? come palesare le mie doti nascosti di affascinante uomo Pisano? Allora mi sono messo a pensare ad alcune possibilità

1) Arrivare in ufficio a cavallo di un cignale maremmano, ucciderlo a schiaffi e farne delle salsicce. No troppo cauntri.
2) Utilizzare una serie di Maremma Maiala e ir budello delle vostre mamme, per mettere in evidenza e sottolineare il mio disaccordo alla riunioni. No troppo indie.
3) Fare la supercazzola al responsabile dello sviluppo. No troppo gigione.

E allora cosa fare? Ogni buona idea veniva subito scartata dalla mia mente analitica. Alla fine tutto è successo per caso, senza che nulla fosse pianificato. Ma iniziamo dall’inizio come disse… chi lo disse? Boh.

Ieri mattina era una bella giornata, sono arrivato in stazione presto, c’era il sole e ho deciso di mettermi gli occhiali da sole, per darmi quel tocco di mistero e di uomo vissuto che ha qualcosa da nascondere e un passato burrascoso alle spalle.
Mi faccio il mio solito viaggio scendo in centrale e vado in ufficio, accendo il portatile, prendo la custodia con gli occhiali da vista, dunque dicevo, prendo la custodia con gli occhiali da vista, ora la prendo è!

Cazzo! rufolo nello zaino, ma della custodia nessuna traccia, a quel punto la mia mente analitica si mette in moto e mi presenta un flashback di me in macchina che appoggio la custodia sul portaoggetti vicino al cambio…

Maremma stramaiala, ho lasciato gli occhiali in macchina, e ora? Come faccio a stare tutto il giorno davanti allo schermo del portatile? E li il colpo di genio, la grande pensata per prendere due piccioni con una fava. Ma certo! Terrò tutto il giorno gli occhiali da sole, tanto sono graduati!

E così eccomi li davanti al mio portatile, con gli occhiali da sole, troppo cool, un giovane informatico padrone del suo destino, serio, calmo, professionale, una macchina programmata per pigiare i pippoli. Finalmente tutti si renderanno conto di cosa sono capace!

Ed ecco che l’effetto della mia geniale mossa mi mette subito in primo piano, tutti quelli che entrano nella stanza non possono fare a meno di ammirare la mia freddezza, il mio selfcontrol, qualcuno sembra chiedersi cosa ci faccia una rockstar a pigiare i pippoli.
Quando passo per i corridoi le donne non possono fare a meno di fissarmi, un verso successo!

Tutto procede per il meglio, anche se verso le quattro inizio a non vedere più una sega, però stringo i denti e riesco ad arrivare fino alle sei, soddisfatto del grande successo che ha avuto la giornata mi dirigo verso l’ascensore, e li ci sono due ragazze che lavorano con me. Una mi fissa non mi toglie gli occhi di dosso, ti capisco bambina, penso fra me e me, anche io sarei attratto da un tipo cool come me.

La vedo titubante che vuole chiedermi qualcosa, la capisco è timorosa non ha il coraggio, ha paura che io la rifiuti, alla fine prende il coraggio a otto mani e mi chiede:

“Scusa ma te hai un problema agli occhi?”

Ehm, no, no effettivamente no, è che mi sono dimenticato gli occhiali da vista in macchina.

“Ah ecco” detto con un tono che lascia ad intendere “allora non sei proprio coglione del tutto”…

Alla fine prendo il treno e me ne torno a casa, arrivo al parcheggio che oramai è buio, apro la macchina, faccio per prendere gli occhiali e… gli occhiali non ci sono! Ma come è possibile! A quel punto prendo lo zaino, lo vuoto ed ecco li la custodia nera con dentro gli occhiali. Vaffanculo la mente analitica…

Sapersi mettere in evidenza

Rispondi