Leggerezza

Mi sento leggero, impalpabile

ho come l’impressione di volare,

in alto, libero dal peso che mi schiaccia al suolo.

Guardo giù e vedo una parte di me che non mi appartiene, trasformata,

un io svuotato, sfinito, privato delle sue sostanze nutritive

e mi sconvolge scoprire quello che sono capace di fare.

Ancora sento nel ventre il dolore della trasformazione,

l’agitarsi di un essere primordiale che spinge,

si attorciglia, si gonfia, sembra quasi voler esplodere

e alla fine il tonfo, la fronte imperlata dal sudore, la libertà.

Certo che di caate n’ho fatte tante, ma una grossa così mai…

Leggerezza

Rispondi