Cene Simpatiche

Le parole sono importanti perché ci permettono di descrivere la realtà che ci circonda e fondamentalmente sono la rappresentazione della realtà stessa, possono modificarla o cambiarne il significato di volta in volta, basti pensare ai vari regimi totalitari che hanno usato le parole come forma di ipnosi di massa e di controllo.

Per fortuna che qui in italia un tale regime non esiste, se avessero vinto i comunisti si, ma ha vinto Silvietto e siamo in una botte di ferro, e chi meglio di lui conosce l’importanza delle parole, ma facciamo subito un esempio.

Supponete che un vostro amico, chiamiamolo Gigi, vi chiami e vi dica che ha organizzato una cena con tre o quattro budelloni, qualche minorenne disinibita e magari anche qualche presa di coca, supponiamo anche che Gigi vi chieda se intendete partecipare visto che sono solo lui, un suo amico russo, un altro ceco e le ragazze in tutto sono otto, supponete anche di accettare l’invito nonostante siate sposati.

Ora supponete che il giorno successivo al baccanale siate in uno stato tale da non riuscire a mentire a vostra moglie e alla fatidica domanda “ma cosa hai fatto ieri sera?” voi rispondiate nel seguente modo:

Ma niente cara, sono stato ad una cena da Gigi, eravamo noi quattro con sei troione e due minorenni, prima abbiamo mangiato e ci siamo ubriacati poi abbiamo fatto una mega orgia e abbiamo anche tirato di coca, ma così giusto per passare una serata diversa.

Come minimo vostra meglio chiederà il divorzio, l’affidamento dei figli e vi sputtanerà in tutto il paese e anche se questo potrebbe garantirvi l’eterna ammirazione da parte dei vostri amici, vi creerà sicuramente non pochi problemi.

Immaginate adesso di ripetere la stessa storia fino al punto della fatidica domanda, ma invece di rispondere come sopra rispondiate così:

Ma niente cara sono stato ad una cena simpatica da Gigi.

Vostra moglie vi guarderà sorridente e vi dirà, bravo caro fai bene a prenderti i tuoi spazi…

Cene Simpatiche

Rispondi