Matrix

Ho sempre di più l’impressione che ci sia qualcosa che non va, che non funziona, un’anomalia. Non mi sorprenderei se in questo momento mi rivelassero che il mio corpo è sospeso in un liquido che lo mantiene in uno stato di vita vegetativo e tutto questo è solo una simulazione, un perverso programma che si immagina la vita per noi.

A volte mi sembra di essere un marziano precipitato qui per caso, una sensazione di inadeguatezza si impadronisce di me facendomi sentire inopportuno e fuori posto.

Forse sono solo io che non riesco a comprendere lo stato delle cose, o forse siamo davvero tutti prigionieri della matrice, solo che a noi il cavo per collegarci alla rete non ce l’hanno infilato in testa…

Matrix

Rispondi