Big Bang

Disclaimer, che vuol dire tipo che adesso vi avviso, questo post non ha nessuna valenza scientifica ne pretende di averla, perciò voi cari amici che vi pascete a Wikipedia e Focus non rompetemi i coglioni. Tra l’altro non ha neanche una valenza religioso spirituale, perciò anche voi cari amici che andate a suonare i campanelli per spargere il verbo, continuate a suonarli e non rompetemi i coglioni pure voi. Ecco!

Io questa cosa del Big Bang non è che l’abbia mai capita molto. Sembrerebbe che il nostro universo sia cominciato con un’immensa esplosione, che prima dell’esplosione ci fosse una massa gassosa informe, che poi è esplosa e ha generato l’universo.

Ma quello che tutti dovrebbero chiedersi è, chi ce l’ha messa la nube di gas lì? E com’è che è esplosa, nel senso che io posso anche mettere una nube di gas in un posto qualsiasi, che ne so in soggiorno, ma se nessuno gli da noia quella si fa i fatti sua e poi si disperde, al massimo asfissia i portatori del verbo incautamente introdottosi nell’appartamento per spiegarmi come salvare la mia anima dalle tentazioni del maligno.

Ma non divaghiamo, dicevo della nube di gas, secondo me li non c’è arrivata da solo ma ce l’ha messa qualcuno, ma chi? Tenete conto che qui si sta parlando della genesi dell’universo, un evento epocale, più della caduta del muro di berlino, della guerra mondiale, dello sbarco sulla luna, di Silvietto che da della culona intrombabile a noisappiamochi.

Quindi una decina di miliardi di anni fa o giù di li qualcuno ha messo una nube di gas dove prima non c’era nulla, anzi dove prima c’era il nulla e doveva essere un nulla pesante, imponente, assoluto, un nulla in cui non c’era la luce, non c’erano i rumori, non c’era neanche l’assenza tanto era nulla, un nulla cosmico.

E secondo me per mettere una nube di gas in quel nulla lì deve esserci voluto uno sforzo sovraumano, così sovraumano da essere divino e se tanto mi da tanto uno sforzo divino può provenire solo da una divinità.

Ecco l’ho detto, io sono convinto che quel gas, lì, ce l’abbia messo qualche divinità e poi, dopo avercelo messo l’abbia fatto esplodere, una fiammata e Big Bang, questo deve essere stato il rumore, non Bam o Bum o Pam ma Big Bang, da li il nome, come testimoniato da chi ha assistito all’evento.

Ora non so a voi, ma a me il gas, la fiammata, l’esplosione, qualcosa in mente la fa venire, a voi no? Io non posso fare a meno di immaginarmi delle divinità annoiate che non sanno come passare il tempo, in fondo sono loro e il nulla, quel nulla che ti scava dentro, che assorbe le idee, i pensieri, quel nulla in cui tutto si dissolve.

Ci fosse stato anche solo un autogrill dove farsi un panino forse l’universo non sarebbe mai neanche nato, invece c’era il nulla, il nulla e un’accendino ed ecco che una delle divinità suggerisce “Ragazzi si prova a dare fuoco ad una scoreggia?”, una cosa innocente, giusto per ingannare il tempo.

Solo che il gas che esce dal culo di un Dio non è come il nostro, è un gas divino, un grumo di mondi immaginati, compressi nello stomaco di un’essenza superiore, sparati fuori con gli avanzi gassosi del suo pasto, sparati su una fiamma di accendino che li incendia e li fa esplodere proiettandoli in tutte le direzioni.

Così alla fine l’universo potrebbe anche essere un’enorme scoreggia divina cha da tredici miliardi di anni si sta espandendo, e ad essere sincero a me, qualche volta, annusando l’aria il dubbio mi viene.

Big Bang

Rispondi