Muse Drones Tour

Muse Drones tour 2016 FilaforumThe Handler Drones tour 2016 Filaforum

Chi mi conosce sa del mio amore viscerale per la musica, un amore antico che affonda le sue radici nella mia infanzia, nelle musicassette che il mio babbo metteva sul 128: il mangianastri era l’unico lusso su quella macchina fatta di spessa lamiera e interni minimali come quelli di una Trabant in piena guerra fredda. Nonostante i viaggi lunghi e scomodi, privi di ogni apparato che garantisse la nostra incolumità, oppressi dal caldo soffocante d’estate e dal freddo, a malapena attenuato dal riscaldamento odorante di motore, d’inverno, la musica mi proiettava in un mondo fantastico che faceva scomparire ogni disagio.

Bellamy Drones tour 2016 Filaforum

Da allora quell’amore è cresciuto, senza mai fermarsi, arricchendosi di esperienze, passando attraverso il rock, il punk, il metal, i concerti fatti di ore di attesa, in piedi, sotto il sole o la pioggia, dentro ai palazzetti, nei teatri, macinando centinaia di chilometri, tutto per provare quel brivido, quell’emozione, quell’immersione totale nella musica.
Per sentire sulla pelle il basso e la cassa, vibrando di musica, lasciando che ti entri dentro, perché un concerto non lo ascolti ma lo vivi, lo respiri, lo tocchi e ogni volta è un miracolo che si ripete.

Muse Drones tour 2016 FilaforumMuse Drones tour 2016 Filaforum

E così è stato anche l’altra sera al Forum, dove per due ore i Muse ci hanno portati in un mondo fatto di passione, intensità, violenza e dolcezza, uno spettacolo per gli occhi e per le orecchie che ha contratto il tempo facendolo volare sulle note della loro musica. Lasciandomi dentro quella fame che si sazia solo per qualche ora e si rinnova sempre in attesa del prossimo concerto di cui nutrirsi

Muse Drones Tour

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *